Incentivi alle Imprese

CREDITO D'IMPOSTA PER ATTIVITA' DI RICERCA E SVILUPPO 2020

 

Beneficiari

Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito.

 

Interventi ammessi

Sono ammesse al credito d’imposta le attività di Ricerca & Sviluppo relative a:

- Lavori sperimentali o teorici svolti aventi quale principale finalità l’acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o utilizzazioni pratiche dirette.

  • - Ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti ovvero la creazione di componenti di sistemi complessi.
  •  
  •  - Acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati.

 

  • - Produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi, a condizione che non siano impiegati o trasformati in vista di applicazioni industriali o per finalità commerciali.
  •  
  •  

Spese ammissibili e tipologia di agevolazione:

  •  

     

    CREDITO D’IMPOSTA PER ATTIVITÀ DI RICERCA & SVILUPPO PER IL 2020

    1

    ATTIVITÀ DI RICERCA FONTAMENTALE, DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE

    Credito d’imposta fino al 12% a un max di € 3.000.000

    2

    ATTIVITÀ DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA FINALIZZATA ALLA REALIZZAZIONE DI PRODOTTI O PROCESSI

    Credito d’imposta al 6% fino a un max € 1.500.000

    Credito d’imposta al 10% per un max € 1.500.000 per il raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0

    3

    ATTIVITÀ DI DESIGN E IDEAZIONE ESTETICA

    Credito d’imposta al 6% fino a un max € 1.000.000

     
  •    Legge 160/2019 (c.d. Legge di Bilancio 2020, dal comma 200, 201, 202 al 203)

 

1: Attività di ricerca fondamentale, di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico o tecnologico

 Voci di spese ammissibili:

 a) spese di personale relative ai ricercatori e ai tecnici titolari di rapporto di lavoro subordinato o di lavoro autonomo o altro rapporto diverso dal lavoro subordinato;

b) quote di ammortamento, canoni di locazione finanziaria o di locazione semplice e altre spese relative ai beni materiali mobili e ai software utilizzati, nel limite massimo complessivo pari al 30% delle spese di personale di cui al punto precedente;

 c) spese per contratti di ricerca extra-muros aventi ad oggetto il diretto svolgimento da parte del soggetto commissionario delle attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d’imposta;

d) quote di ammortamento relative all’acquisto da terzi, anche in licenza d’uso, di privative industriali relative a un’invenzione industriale o biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale, nel limite massimo complessivo di euro 1.000.000,00;

e) spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti inerenti alle attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d’imposta, nel limite massimo complessivo pari al 20% delle spese di personale ammissibili indicate alla lettera a) ovvero delle spese ammissibili indicate alla lettera c);

f) spese per materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nei progetti di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d’imposta svolte internamente dall’impresa anche per la realizzazione di prototipi o impianti pilota, nel limite massimo del 30% delle spese di personale indicate alla lettera a) ovvero, nel caso di ricerca extra-muros, del 30% dei costi dei contratti indicati alla lettera c).

 

2: Attività di innovazione tecnologica finalizzata alla realizzazione di prodotti o processi nuovi o sostanzialmente migliorati.

Per prodotto o processo di produzione nuovo o sostanzialmente migliorato si intende un bene materiale o immateriale o un servizio o un processo che si differenzia, rispetto a quelli già realizzati o applicati dall’impresa, sul piano delle caratteristiche tecnologiche o delle prestazioni o dell’ecocompatibilità o dell’ergonomia o per altri elementi sostanziali rilevanti nei diversi settori

 

Voci si spese ammissibili:

 a) spese per il personale titolare di rapporto di lavoro subordinato o di lavoro autonomo o altro rapporto diverso dal lavoro subordinato;

 b) quote di ammortamento, canoni di locazione finanziaria o di locazione semplice e altre spese relative ai beni materiali mobili e ai software utilizzati, nel limite massimo complessivo pari al 30% delle spese di personale di cui al punto precedente;

 c) spese per contratti aventi ad oggetto il diretto svolgimento da parte del soggetto commissionario delle attività di innovazione tecnologica ammissibili al credito d’imposta;

 d) spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti inerenti alle attività di innovazione tecnologica ammissibili al credito d’imposta, nel limite massimo complessivo pari al 20% delle spese di personale indicate alla lettera a);

 e) spese per materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nelle attività di innovazione tecnologica ammissibili al credito d’imposta anche per la realizzazione di prototipi o impianti pilota, nel limite massimo del 30% delle spese di personale indicate alla lettera a), ovvero del 30% delle spese per i contratti indicati alla lettera c).

 

3: Attività di design e ideazione estetica svolte nel settore tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile e dell’arredo e della ceramica, per la concezione e realizzazione di nuovi prodotti e campionari.

 

Voci si spese ammissibili:

 a) spese per il personale titolare di rapporto di lavoro subordinato o di lavoro autonomo o altro rapporto diverso dal lavoro subordinato;

 b) quote di ammortamento, canoni di locazione finanziaria o di locazione semplice e altre spese relative ai beni materiali mobili utilizzati nelle attività di design e innovazione estetica ammissibili al credito d’imposta, compresa la progettazione e realizzazione dei campionari, per l’importo ordinariamente deducibile ai fini della determinazione del reddito d’impresa e nel limite massimo complessivo pari al 30% delle spese di personale indicate alla lettera a);

 c) spese per contratti aventi ad oggetto il diretto svolgimento da parte del soggetto commissionario delle attività di design e ideazione estetica ammissibili al credito d’imposta, stipulati con professionisti o studi professionali o altre imprese;

 d) spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente per lo svolgimento delle altre attività innovative ammissibili al credito d’imposta, nel limite massimo complessivo pari al 20% delle spese di personale indicate alla lettera a) ovvero alla lettera c);

 e) spese per materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nelle attività di design e ideazione estetica ammissibili al credito d’imposta, nel limite massimo pari al 30% delle spese di personale indicate alla lettera a) ovvero delle spese per i contratti di cui alla lettera c).

 

N.B.

 

PERSONALE IMPIEGATO IN ATTIVITA’ DI R&S Il personale under 35 e altamente qualificato (coloro in possesso di un titolo di dottore di ricerca o iscritti a un ciclo di dottorato presso un’università, o in possesso di una laurea magistrale in discipline in ambito tecnico o scientifico secondo la classificazione standard dell’educazione (ISCED) dell’Unesco)) assunto con contratto di lavoro a tempo subordinato a tempo indeterminato e impiegato esclusivamente nei lavori di R&S, le spese concorrono a formare la base di calcolo del credito d’imposta per 150% del loro ammontare.

 

CONTRATTI DI RICERCA EXTRA-MUROS Contratti di ricerca extra-muros stipulati con università e istituti di ricerca aventi sede in Italia, le spese concorrono a formare la base di calcolo del credito d’imposta per 150% del loro ammontare.

 

  •  

 

Per assistenza e informazioni 

Tel. 02 7530707 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

2013 Created by ChickenHOUSE.it